Marketing Automation: la fine dello Stalking Commerciale

stalker

Lo stalking commerciale è un fenomeno che ha molte forme: si passa dalla email che ci tormenta ogni due giorni esattamente alle 20:35, e che ha sempre lo stesso titolo, al call center che, nascondendosi dietro un numero anonimo ci propone per la 43-ema volta in due anni la stessa offerta per la connessione ADSL.  O – quando va bene – avviene un tentativo l’upselling su contratti esistenti, ma ad un gentile nostro declino dell’offerta la tortura purtroppo non termina per altri 9 mesi.

Scene di questo di questo tipo sono vissute da molte persone quotidianamente in tutta Italia nello di “slalom” di carrelli all’interno di ogni centro commerciale, dove si rischia di essere quasi trascinati fisicamente al banchetto per un’ offerta tv da insistenti ragazzi: al limite cambiano la frase d’aggancio come da formazione d’agenzia. Indubbiamente fastidioso.

Questo è il problema e il limite delle liste di contatti (email, telefonici, indirizzi) generaliste e/o che molte agenzie vendono come lead qualificati e in target. Lo stalking commerciale, oltre ad essere un reato di rilevanza penale, dal punto di vista aziendale è – metaforicamente – come provare a spremere un’arancia quando ne resta soltanto la buccia. Naturalmente, al di là di ottenere solo pochissimo succo, c’è anche il rischio reale di procurarsi danni e ferite: che nel caso di un’azienda sono di tipo reputazionale. Tali danni sono direttamente proporzionali alla dimensione dell’azienda, va senza dire.

E allora, quale potrebbe essere l’effetto di lungo termine sulla brand reputation se le aziende potessero entrare in contatto solamente con potenziali clienti realmente interessati ad un determinato prodotto? Cosa potrebbe cambiare per la forza vendita se a un interesse limitato lato consumer nei confronti di una certa offerta ci fosse una risposta calibrata e “soft”? Quale il profitto marginale per le imprese che saranno in grado di contattare entro 2 ore i clienti supermotivati ad un acquisto e potranno così dosare i costi delle risorse umane?

I feedback avuti dai nostri clienti sull’uso di wixab nell’appena trascorso 2014 sono stati sicuramente incoraggianti.

Noi di wixab, ci sentiamo di dire, dopo il primo anno di attività che la marketing automation, se implementata in modo corretto, consente anche alle PMI italiane con organico limitato di lanciare campagne marketing di elevata complessità e di gestirne l’efficienza nel tempo. Per le imprese di grandi dimensioni, invece, il beneficio maggiore è quello di poter avere un canale di comunicazione altamente personalizzato con ogni singolo cliente, cosa assolutamente impossibile con il web marketing tradizionale.

La tua azienda potrebbe trarre benefici dall’uso di una piattaforma di marketing automation?

Contattaci, ti aiuteremo a decidere.